2020: tutti i software Microsoft che arriveranno a FINE VITA

Il 2020 vedrà scattare il fine vita per molteplici software sviluppati da Microsoft: Windows 7 è quello di cui si è più parlato, sia perchè è un sistema operativo, nelle sue varie versioni, ancora estremamente diffuso sia perchè è sicuramente il software più importante e famoso tra quelli che arrivano al cosiddetto EOL, ossia End of Life.

Cosa significa EOL, end of life
Arrivare a fine vita vuol dire, per un software, che la casa madre, in questo caso Microsoft appunto, non fornirà più patch di sicurezza per le vulnerabilità, fix per i bug e supporto tecnico. Inutile, forse, ribadire quanto sarà rischioso per gli utenti non provvedere al passaggio alle versioni più recenti o più aggiornate di un software: questi sistemi operativi vedranno aumentare sempre di più il numero di falle presenti, con un aumento della superficie di attacco che crescerà costantemente.

Windows 7 e Server 2008
Le scadenze per questi due sistemi operativi sono:
Windows 7: 14 gennaio 2020
Windows 7 Professional for Embedded Systems: 14 gennaio 2020
Windows Embedded Standard 7: 13 ottobre 2020
Windows Server 2008 e 2008 R2: 14 gennaio 2020

Per Windows Server 2008 e Windows 7 sarà comunque possibile, ancora per qualche tempo, ricevere update ESU, ma questi sono riservati a chi ha disponibilità economica, quindi aziende e enti governativi. Se avete necessità di informazioni riguardanti il fine vita di Windows 7 e di Windows server 2008, anche quest’ultimo destinato a scadere nel 2020, rimandiamo a questo dettagliato articolo > Gennaio 2020: Windows 7 e Windows Server 2008 R2 arrivano a fine vita. Che fare?

Gli altri software in “scadenza”
Oltre a Windows 7 e Server 2008 vanno già in (baby) pensione anche alcune versioni di Windows 10: è una caso particolare di prodotti coperti dalla “Modern Policy” di Microsoft. La Modern Policy prevede che alcuni prodotti e servizi vengano costantemente supportati e che Microsoft fornisca una specifica notifica almeno 1 anni prima di interrompere il supporto nel caso in cui non sia disponibile alcun software o servizio sostitutivo.

Ecco la lista dei più importanti prodotti che saranno ritirati in corso del 2020, ma coperti dalla Modern Policy.
Windows Server 1809 (Datacenter Core, Standard Core): 14 aprile 2020
Windows Server 1903 (Datacenter, Standard, IoT Enterprise): 8 dicembre 2020
Windows 10 1709 (Enterprise, Education, IoT Enterprise): 14 aprile 2020
Windows 10 1809 (Home, Pro, Pro for Workstation, IoT Core): 14 aprile 2020
Windows 10 1803 (Enterprise, Education, IoT Enterprise): 10 novembre 2020
Windows 10 1903 (Enterprise, Home, Pro, Pro for Workstations, IoT Enterprise): 8 dicembre 2020

Sotto invece l’elenco dei software che andranno in EOL quest’anno, ma che sono coperti dalla cosiddetta “Fixed Policy”: parliamo di software disponibili al dettaglio o in forma di licenza a volumi, che vedono garantiti almeno 10 anni di supporto.

Office 2010 (tutte le edizioni), Word 2010, Excel 2010, Excel Home and Student 2010, Office Home & Business 2016 per Mac, Office Home & Student 2016 per Mac e Office Standard 2016 per Mac: 13 ottobre 2020
Hyper-V Server 2008, Hyper-V Server 2008 R2 : 14 gennaio 2020
Internet Explorer 10: 31 gennaio 2020

Fine del supporto e assenza del programma ESU per:
SharePoint Server 2010: 13 ottobre 2020
Office 2010: 13 ottobre 2020
Exchange Server 2010: 14 gennaio 2020

Rimandiamo ovviamente alle pagine ufficiali dei prodotti Microsoft per ulteriori informazioni e approfondimenti e anche per l’individuazione delle migliori soluzioni sostitutive.

logHD1

YOTTA WEB - Via Don F. Cabrio 14/D - 13900 Biella (BI)

P.IVA 02552590024 - C.F. SNTSVR77S27A859C - REA BI 194613

Copyright 2017 © YOTTA WEB All Rights Reserved

Privacy Policy